Calcio Otranto 

Eccellenza pugliese, Asd De Cagna 2010 pronta alla sfida con l’Asd Ostuni 1945

Gara casalinga per il De Cagna 2010 Otranto. Domenica prossima, 10 ottobre 2021, calcio d’inizio alle 15.30, il team allenato da mister Andrea Manco affronta tra le mura amiche l’Asd Ostuni 1945, gara valevole per il quinto turno di andata del torneo di Eccellenza pugliese 2021/ 2022.

Un match utile a Stefano Signore e compagni per dare continuità al pareggio di Maglie, una sfida che può però nascondere tante insidie per l’undici biancazzurro. Non tragga in inganno, infatti, che la compagine della Città Bianca sia ancora ferma a zero punti in classifica dopo le prime quattro partite stagionali: la squadra è di buon livello, spesso punita dagli episodi nel corso dei 90’. Il cambio in panchina, il posto del dimissionario Angelo Serio è stato preso da Luciano Bruni, potrebbe dare nuova spinta a un gruppo di calciatori di qualità.

A presentare la gara coi gialloblù brindisine arrivano le parole di Andrea Caroppo, portiere del De Cagna 2010 Otranto: «Sarà una sfida impegnativa e difficile. L’Ostuni cercherà la svolta fondamentale della stagione, noi abbiamo invece il desiderio di continuare a correre nella parte alta della classifica e recuperare il passo falso casalingo con il Racale di due settimane addietro».

Concentrazione e attenzione massima, dunque: «In un campionato come quello di Eccellenza pugliese non esistono incontri facili e squadre semplici da affrontare. L’esempio è proprio nell’avversario che andremo ad affrontare domenica prossima. Del resto – continua l’estremo difensore biancazzurro – dopo la parentesi particolare della passata stagione dovuta ai motivi che tutti quanti conosciamo, quest’anno le società hanno lavorato bene e allestito compagini di spessore.  Il torneo è livellato verso l’alto – dice ancora Caroppo – tante le formazioni importanti».

Il portierone idruntino chiude con un primo bilancio del primo scorcio di stagione. «Siamo soddisfatti di quanto abbiamo fatto sinora, ma non ci accontentiamo e guardiamo avanti a noi. L’obiettivo è quello di recitare un ruolo importante e dopo la sconfitta con l’Atletico Racale, siamo certi di recuperare quell’intoppo. Del resto, il campionato è agli inizi e ci sono tante partite: qualche passaggio a vuoto si può cancellare – conclude Andrea Caroppo – a patto di lavorare tutti i giorni con impegno e voglia di sacrificarsi. Abbiamo posto le basi per un’annata bella, il gruppo è unito e coeso e al suo interno bene si amalgamano doti tecniche e qualità umane».

Fonte: Area comunicazione

 #ads#

Potrebbeinteressarti